Pier Paolo Pasolini

Un successo scandaloso

New York, inverno 1971; Maurizio Vitale, proprietario del Maglificio Calzificio di Torino, entra nell’albergo dove alloggia Oliviero Toscani e, con sguardo di chi non crede ancora a ciò che gli è capitato, annuncia con entusiasmo: «La Robe di Kappa ha accettato di produrre i nostri jeans! Ora dobbiamo cercare un nome. Come li chiamiamo?». In […]

commenta

CONSIGLI PER GLI ACQUISTI

Tra pochi giorni uscirà in tutte (tutte? magari!) le librerie la seconda edizione de I Settanta – Gli anni che cambiarono l’Italia. Cinque anni fa, quando è stato pubblicato la prima volta, mai e poi mai avrei pensato di riuscire a fare la “seconda” edizione di un mio libro. E invece, non si sa come […]

commenta

Come nacquero i Movimenti giovanili in Italia/4

Il primo marzo del 1968 a Roma, sulla collina della Facoltà di Architettura di Valle Giulia ai Parioli, gli studenti, per la prima volta, reagiscono alla violenza con la violenza: lanciano pietre, uova e oggetti ai poliziotti, ne incendiano gli automezzi, una vera e propria battaglia durata un giorno interno, durante la quale si affrontano […]

commenta

Come nacquero i Movimenti giovanili in Italia/3

A fine aprile del 1966 il movimento Beat riesce ad affittare un terreno in via Ripamonti e nasce una tendopoli che il Corriere della Sera, in un articolo denuncia, battezza «Nuova Barbonia – abitata da – zazzeruti e anarcoidi senza famiglia». I barboni sono ragazzi scappati di casa, studenti, ex operai, pacifisti di tutto il […]

2 commenti

Per satira… ma anche per satiri

Pier Paolo Pasolini nel 1972, intervistato da Dacia Maraini per L’Espresso, sosteneva che «In tv la donna è considerata a tutti gli effetti un essere inferiore: viene delegata a incarichi di importanza minima, come per esempio informare del programmi della giornata; ed è costretta a farlo in un modo mostruoso, cioè con femminilità. Ne risulta […]

commenta