Il guru dello spettacolo

claudiocecchettoRaramente, nella sua carriera ultratrentennale, Claudio Cecchetto ha sbagliato un colpo: pochi come lui, nel mondo dello spettacolo, hanno saputo progettare, innovare, scoprire personaggi, inventare nuove cose. Dove è passato ha sempre lasciato il segno: ha lavorato nella prima radio privata (Radio Milano International); ha fondato il primo network radiofonico (Rete 105); ha fondato la radio più ascoltata (Radio Deejay). In Tv è stato tra i pionieri di Telemilano 58 (futura Canale 5); poi in Rai ha condotto Discoring, Fantastico, Festival di Sanremo, Festivalbar. Poi si è dato alla musica: ha inventato il ballo Gioca Jouer e ha venduto milioni di dischi. Diventa talent scout: scopre Fiorello e Linus, Gerry Scotti e Amadeus, Jovanotti e gli 883, Sandy Marton  Sabrina Salerno, Marco Mazzoli e Dj Francesco, solo per citarne alcuni. Ha creato etichette di grande successo come la Ibiza Records e la Fri e case di produzione come la Marton Corporation, la Yo Productions e la Dj’s Gang. L’anno scorso ha festeggiato il Gioce Jouer con un video tradotto in cinque lingue. Il brano, uno dei simboli degli anni Ottanta, ancora oggi viene ballato in discoteca ed ha addirittura un sito internet tutto suo (www.giocajouer.cc/index.htm). Cecchetto, oggi 55enne, è sempre riuscito a stare al passo coi tempi: dopo aver lasciato l’etere, si è “trasferito” sul satellite (è stato il direttore artistico di RTL 12&5 Hit Channel) e oggi è sulla “rete”: ha brevettato un software che consente di personalizzare il proprio browser. 

commenta

Lascia un commento


*obbligatorio