Costume

Due cavalli lenti. Ma con tanto fascino

Quando è uscito il primo esemplare, nessuno avrebbe scommesso un franco che l’auto progettata «per portare due contadini con zoccoli ai piedi e cinquanta chilogrammi di patate a una velocità massima di 60 km/h» sarebbe diventata un simbolo di una generazione, un mito. La Citroen 2 Cv, nonostante sia una over sessantenne (appare la prima […]

commenta

In morte della cartolina

Una ventina di anni fa, appena tornati, le vacanze si trasformavano subito in racconto e immagini, non si vedeva l’ora di descrivere le esperienze e le avventure – e disavventure – appena passate, i nuovi amici conosciuti. I più fortunati, parenti e amici del cuore, qualche anticipazione l’avevano avuta grazie a una cartolina, che si spediva a […]

commenta

Fagioli western, più cazzotti meno pallottole

Con gli anni, e visto il successo ottenuto, le specialità italiane nei film western si raddoppiano. Così, dopo gli “spaghetti”, arrivano i “fagioli-western”, che si differenziano dai primi per la quantità si scazzottate, nel copione ben più numerose di sparatorie e duelli. Tra i padri di questo genere, un regista che proviene proprio dagli “spaghetti”: […]

commenta

Orfani dei Giochi

Giochi senza Frontiere è una tra le trasmissioni televisive non solo più riuscite ma sicuramente più amate dal pubblico televisivo. Nelle serate estive ha incollato davanti al piccolo schermo almeno un paio di generazioni di bambini, giovani e genitori. Questa sorta di olimpiadi di paese, era amata anche perché quando cominciava la nuova serie – […]

commenta

Così Travolta ha sconfitto il Sessantotto

Ci sono film che passano alla storia non tanto perché hanno vinto decine di premi Oscar o hanno sbancato il botteghino, ma perché ritraggono un’epoca o l’hanno segnata in modo indelebile. Ecco, questo è il caso de La febbre del sabato sera, un titolo che si è persino svincolato dal film per diventare “definizione” universalmente […]

commenta

Bentornata Primavera

Il 1968 è un anno particolare. È l’anno del maggio francese, della rivolta studentesca, della voglia di cambiare il mondo. Cambiano i tempi e cambiano le mode. E a girare sugli scooter sono più soltanto gli operai o i fattorini, ma i giovani che hanno voglia di esprimere, anche nella scelta dei mezzi di trasporto, […]

commenta